Uno stadio a misura di disabileVersione stampabile


immagine sinistra

CAMPOBASSO - Donatella Perrella e Anna Favi due donne molto determinate con un carisma fuori dal comune, attraverso il quale riescono a coinvolgere nelle loro iniziative ed idee innovative molteplici persone. Dalla fusione di un duo così scoppiettante non poteva che nascere una iniziativa meritevole e degna di nota che va la di la del puro aspetto sportivo, ma che ha in se un elevato valore sociale. «Sin da quando ci siamo conosciute abbiamo trovato una profonda intesa - ha rimarcato il presidente del Cip Molise Donatella Perrella -, intesa che con il passare dei giorni si è trasformata anche in una solida amicizia. A seguito, poi, della collaborazione nata con la venuta del Gabibbo a Campobasso abbiamo instaurato un rapporto proficuo. Rapporto che, poi, ha dato vita ad una idea che potrà sembrare straordinaria ma che in altre realtà è del tutto normale: l'abbattimento delle barriere architettoniche per ciò che concerne l'accesso allo stadio in contrada Selvapiana da parte dei disabili. Pubblicamente vorrei ringraziare la dottoressa Favi prima di tutto - ha sottolineato Donatella Perrella - per aver regalato diversi abbonamenti ai nostri atleti paralimpici. Un ringraziamento di cuore a lei, al presidente Capone e a tutto lo staff direttivo della società del Nuovo Campobasso Calcio. A seguito di questo dono, molto apprezzato dai nostri ragazzi, siamo riusciti a strappare una promessa. A breve saranno realizzate delle rampe di accesso per facilitare l'ingresso dei disabili in carrozzina nei settori aperti al pubblico del Nuovo Romagnoli. Un primo e concreto passo verso l'integrazione totale anche per chi ama vedere lo sport da spettatore ed il calcio di lega pro in particolare».



10/10/2011

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico