E' serie B!Versione stampabile


immagine sinistra

CAMPOBASSO - Solo dopo appena due anni di militanza nel campionato nazionale di serie C1 la formazione de "I Guerrieri della Luce" approda nel mondo del professionismo del torball italiano, conquistando la promozione in serie B. La squadra campobassana lo fa nel migliore dei modi, lottando, soffrendo, impegnandosi al massimo in casa, tra le mura amiche, sostenuta dai suoi tifosi e dalle persone che da sempre sono stati vicini, non solo in ambito sportivo, ai magnifici ragazzi del tecnico Mariella Procaccini. L'8 maggio 2011 sarà ricordato a lungo come una delle date più importanti nella storia del movimento paralimpico del Molise. Una nuova e splendida perla è stata aggiunta alla "collana" di risultati d'eccezione che si sono susseguiti negli anni grazie agli atleti paralimpici molisani. Un motivo d'orgoglio e di vanto non solo per la città capoluogo di regione ma anche e soprattutto per tutto il Molise. Una vittoria ed una promozione che è stata il meritato frutto di due anni di lavoro intenso e di impegno profuso durante ogni allenamento. Malgrado qualche difficoltà, dovuta in parte anche all'inesperienza, il team dell'Olimpic Paideia Sport si è man mano sempre più unito ed amalgamato, andando a formare una compagine che ha dato del filo da torcere anche a corazzate come Latina e Teramo con le quali il prossimo anno si ritroverà nella serie cadetta. Domenico, Giuseppe, Pasquale, Tiziano sono prima che atleti amici sia sul campo sia fuori dal campo. Sono quattro splendide persone che hanno regalato un sogno a tutto il comparto del CIP Molise. Uomini, prima che sportivi, che offrono quotidianamente un esempio di correttezza e di cordialità non solo sul campo di gara. Per loro mai una parola fuori posto, mai una protesta, ma solo ed esclusivamente un impegno profuso al massimo delle proprie possibilità nel pieno rispetto del fair play. Fuori dal campo, poi, amici con tutti. Una menzione particolare va, senza dubbio, anche e soprattutto al tecnico Mariella Procaccini che in appena due anni è riuscita a tirar fuori la stoffa di campioni dai suoi indomabili ragazzi. Il suo ruolo nel team è fondamentale perché è di raccordo tra i singoli giocatori e di protezione nello stesso tempo. Nei momenti più duri o difficili i ragazzi sanno di poter contare sempre e comunque sulla lucidità e sulla lungimiranza del loro tecnico che dalla panchina partecipa in prima persona alle gesta dei suoi atleti. La giornata di festa, poi, ha avuto il suo culmine, al di la del puro e mero aspetto sportivo, con la visita dell'arcivescovo metropolita di Campobasso-Bojano Monsignor Giancarlo Maria Bregantini che ha portato il suo saluto a tutti i partecipanti. Per il secondo anno consecutivo, dunque, padre Giancarlo ha fatto sentire la sua vicinanza ed il suo affetto paterno a tutte le formazioni giunte nel capoluogo di regione avendo per tutti parole che hanno colpito nel profondo gli animi dei presenti. L'unica nota stonata di una giornata perfetta è giunta dalla totale assenza, sia nella giornata di sabato che nella mattinata odierna, delle autorità locali e degli organi di stampa. L'appello lanciato dal capitano Giuseppe Celli nella conferenza stampa di presentazione "... vogliamo sentire la fiducia delle Istituzioni locali nei nostri confronti, vogliamo che la gente campobassana e molisana in genere sia orgogliosa di noi. Per noi è fondamentale sentire l'apporto ed il supporto dei nostri corregionali ..." non è stato affatto preso in considerazione. Chi non ha preso parte alla due giorni al PalaUnimol di Campobasso ha perso una grande occasione di far parte di un evento storico per la città, non solo dal punto di vista sportivo. Umanamente si è dissipata una grande occasione di crescita che difficilmente si può trovare nel mondo sportivo in senso lato. Ci si augura solo che la conquista della serie cadetta possa far protendere verso questi ragazzi meravigliosi maggior attenzione sia da parte delle istituzioni locali sia degli organi d'informazione. Lo sport è bello perché è variegato e non coincide solo ed esclusivamente con il mondo del calcio! A "I Guerrieri della Luce" dell'Olimpic Paideia Sport Campobasso sono giunti i complimenti del presidente del CIP Molise, Donatella Perrella, del vice Presidente, Nicola Iacobucci, e di tutto lo staff direttivo e tecnico. L'appuntamento con il torball made in Campobasso è dunque fissato per il prossimo anno in serie B!
Questi i risultati:
Campobasso - Napoli 3 - 2
Campobasso - Agrigento 5 - 5
Campobasso - Foggia 3 - 3
Reti:
Giuseppe Celli 5
Domenico Mastrangelo 4
Pasquale Di Paola 1



08/05/2011

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico