Sitting volley, il Molise nel 2019 avrà una squadra maschile che si iscriverà al campionato italianoVersione stampabile


immagine sinistra
CAMPOBASSO - Molte sono state le sensazioni e le emozioni che sono emerse dal primo reclutamento regionale di sitting volley curato dal Comitato regionale della Fipav Molise, dal Delegato regionale al sitting volley, Paola Di Cesare, e dalla società della Nuova Pallavolo Campobasso. Tutte sensazioni molto positive che hanno visto in campo atleti ed atlete molisane che presto potrebbero iniziare la loro avventura sportiva nel sitting volley. Agli ordini del Responsabile nazionale del sitting volley, Guido Pasciari, si è svolto quello che a tutti gli effetti è stato un provino per gli atleti più interessanti del panorama molisano che hanno espresso l'intenzione di avvicinarsi al sitting volley. Al termine del reclutamento, che si è concluso con una grande festa ed un lauto rinfresco ed un abbraccio caloroso ed affettuoso tra le realtà di Nola e di Campobasso, ci si è lasciati con un preciso e concreto obiettivo. "Stiamo lavorando alacremente e, almeno per ciò che concerne il settore maschile, sono sicura che per il prossimo anno agonistico 2018/2019 il Molise finalmente potrà schierare la sua prima squadra di sitting volley nel campionato italiano. La rispsota dei ragazzi è stata eccezionale. Ora non ci resta che lavorare proficuamente in palestra per arrivare al massimo della forma psico-fisica e tecnico-tattica al debutto nel campionato italiano del prossimo anno. Le premesse sono più che positive, ora sta a noi dar seguito all'entusiasmo che si è letteralmente scatenato in questa meravigliosa giornata di sport - ha dichiarato Paola Di Cesare -." Per tutti coloro che volessero avvicinarsi al mondo del sitting volley possono contattare la Delegata regionale del sitting volley, Paola Di Cesare, al numero 3389400252.


28/04/2018

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico